La Ricerca

Aree Tematiche

La  Fondazione, in accordo col Dipartimento di Medicina Sperimentale e Clinica (DMSC), Università di Firenze, ha indirizzato il proprio impegno su alcune tematiche di particolare interesse: la cardiomiopatia ipertrofica, la cardiopatia amiloidotica, la cardiopatia ischemica, la cardiologia geriatrica e il trattamento clinico e farmacologico del paziente anziano.
Ricerca e formazione sono i principali vettori per progredire e migliorare la conoscenza su patologie così complesse.

Amiloidosi

L’amiloidosi rappresenta un gruppo eterogeneo di patologie caratterizzate dall’accumulo di proteine negli organi bersaglio. Il cuore viene spesso interessato dalla deposizione sia nelle forme AL sia nelle forme da transtiretina (familiare e wild type). Il cuore rappresenta uno degli organi bersaglio in cui più frequentemente l’amiloide si deposita, dando luogo alla cosiddetta “Cardiomiopatia Amiloidotica” (AC).
Approfondisci

Cardiomiopatia Ipertrofica

La cardiomiopatia ipertrofica (CMI) è la più frequente malattia del muscolo cardiaco geneticamente determinata. Non viene considerata una malattia rara. La sua prevalenza è risultata circa il 2 per mille nei vari studi epidemiologici effettuati nella popolazione generale in diverse nazioni. La cardiomiopatia ipertrofica (CMI) è la più frequente malattia del muscolo cardiaco geneticamente determinata. Non viene considerata una malattia rara. La sua prevalenza è risultata circa il 2 per mille nei vari studi epidemiologici effettuati nella popolazione generale in diverse nazioni
Approfondisci

Cardiopatia Ischemica

La cardiopatia ischemica include tutte le condizioni in cui si verifica un insufficiente apporto di sangue e di ossigeno al muscolo cardiaco. La causa più frequente è l’aterosclerosi, caratterizzata dalla presenza di placche ad elevato contenuto di colesterolo (ateromi) nelle arterie coronarie, capaci di ostruire o ridurre il flusso di sangue. La cardiopatia ischemica presenta manifestazioni cliniche differenti quali l’angina pectoris stabile e instabile e l’infarto del miocardio.
Approfondisci

Cardiologia Geriatrica

Gli anziani sono la maggioranza fra i pazienti con problemi di cure, ma via via che avanzano gli anni le terapie per loro si riducono. Ogni anno in Italia 150.000 over 65 vanno ad ingrossare le file dei pazienti colpiti da infarto ictus, altri 50mila sviluppano una fibrillazione atriale, 200mila si ammalano di scompenso cardiaco. Un esercito di nuovi pazienti che vien ancora troppo spesso tagliato fuori dalle terapie più avanzate solo in base all’età. Le prescrizioni farmacologiche e i regolari controlli raccomandati dalle linee guida nazionale e internazionali si riducono progressivamente con l’aumento dell’età.
Approfondisci